Chissenefregadellambiente

 

 

 un sito internet volto a coadiuvare l’incessante campagna di sensibilizzazione portata avanti da Legambiente: in occasione delle giornate di volontariato ambientale, “Puliamo il mondo”, che quest’anno andranno in scena il 28-29 e 30 settembre, l’associazione ambientalista, da sempre in prima linea per la tutela della natura e dal nostro patrimonio ambientale, ha creato un sito internet interattivo che permetterà di capire il grado di sensibilità e consapevolezza che ognuno di noi possiede, riguardo le problematiche dell’inquinamento, dello sfruttamento del territorio e dell’erosione delle risorse naturali.

 attraverso una voce guida iniziano le fasi di un vero e proprio test interattivo: si viene guidati all’interno di un percorso in cui sono mostrate alcune immagini esemplificative di quanto le fabbriche, le industrie e il bisogno costante di energia e risorse naturali da parte dell’uomo, stiano portando il pianeta terra in una situazione irreversibile e pericolosa. I veleni che vengono riversati nelle acque del mare e dei torrenti; i fumi tossici che affluiscono nell’atmosfera; le discariche dei rifiuti sature da cui penetrano nel suolo sostanze nocive; la caccia e l’uccisione spietata delle foche per ricavarne grasso animale: sono queste alcune delle immagini che vengono mostrate nei diversi video in sequenza. Si tratta di scene reali che ritraggono le condizioni più gravi di sfruttamento e avvelenamento della natura. La violenza con cui l’uomo si è impossessato di queste risorse viene mostrata in tutta la sua crudezza, per far sì che sia comprensibile anche a coloro che ancora non si rendono conto della gravità di tali azioni, quanto irragionevole sia l’attuale politica ambientale portata avanti dai governi mondiali. Tutti i video verranno mostrati solo se si andrà avanti raggiungendo la fine del percorso. In alternativa se la visione di immagini così crude non fosse sopportabile, è possibile interrompere il test in qualsiasi momento e passare direttamente alla fase operativa. Qualora, invece, non si arrivi alla fine del percorso e se il computer fosse dotato di una webcam, verrà richiesto di girare un breve video amatoriale in cui applaudire sarcasticamente e criticamente. Tale applauso è rivolto a coloro che invece in maniera fredda e senza scomporsi sono riusciti ad arrivare sino alla conclusione. L’ultima parte, infine, richiederà ad ognuno di voi tre gesti concreti per fermare le azioni scellerate che sono state visionate nelle fasi precedenti.

Il sito rappresenta un’ottima iniziativa per riportare alle cronache il tema dell’inquinamento e dell’eccessivo sfruttamento delle risorse naturali a disposizione del pianeta. Un argomento affrontato spesso ma a cui non si riesce a trovare una soluzione concreta da decenni, nonostante i numerosi vertici internazionali, durante i quali i governi mondiali ripropongono le medesime promesse e buone intenzioni, che poi nei fatti sempre disattese.

 a primo impatto l’intento didattico e di sensibilizzazione del sito non è di facile comprensione. Nella fase iniziale, infatti, il sito viene presentato come un semplice test per capire quanta e quale sia la consapevolezza degli utenti nei confronti di tale tematica. In realtà proseguendo il percorso interattivo, si scopre che l’intento è quello di testare la capacità emotiva di ognuno di noi di fronte ad alcune immagini aberranti e sconfortanti, vissute quotidianamente in molte zone del pianeta terra che ci ospita.

 tutti gli abitanti del pianeta terra, soprattutto a color che vivono nei paesi industrializzati, in quanto maggiori responsabili dell’attuale sfruttamento indiscriminato delle risorse.

 http://www.chissenefregadellambiente.com/

All’iniziativa Puliamo il Mondo possono aderire entro il 15 luglio tutti coloro che si iscriveranno all’interno del sito dedicato