Sarà ricordata come l’edizione delle novità quella che sta per iniziare a Bologna il prossimo 24 gennaio: Arte Fiera, la fiera d’arte contemporanea più significativa del nostro paese, quest’anno forte del successo costruitosi nelle trentasei edizioni passate, presenta notevoli cambiamenti pur mantenendo le radici nella tradizione che ne ha decretato il trionfo. Al comando ci sono due nuovi direttori, Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti: il primo direttore del MAR, Museo d’Arte contemporanea di Ravenna, il cui profilo mira a porre l’accento sull’arte moderna; professore ed ex curatore del MART, Museo d’arte Moderna e Contemporanea di Trento il secondo, più incentrato nel filone dell’arte moderna.

Oltre alla direzione artistica, i cambiamenti più significativi sono quelli che si prepara ad accogliere la città di Bologna, consapevole dell’impatto a livello di presenze turistiche che la manifestazione richiama ogni anno. Il progetto, nato dalla collaborazione tra Comune di Bologna e BolognaFiere coordinato dal Direttore di MAMbo e dell’Istituzione Bologna Musei, prende il nome di Art city Bologna: una manifestazione collegiale che coinvolge il circuito dei musei civici cittadini. Saranno 50 gli eventi in programma tra mostre ed iniziative culturali, ad ingresso gratuito o ridotto ( e con orario prolungato per rendere accessibili questi luoghi in orari diversi da quelli della fiera ). Un percorso che si sviluppa parallelamente a quello fieristico, per far riscoprire in concomitanza con questi giorni di eventi internazionali, l’immenso patrimonio artistico della città: Università di Bologna, Pinacoteca Nazionale, Accademia di Belle Arti, Fondazione Cineteca di Bologna, Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, Fondazione del Monte, enti privati di promozione dell’arte contemporanea quali Fondazione Furla, Fondazione Marino Golinelli, Biografilm Festival, Associazione Bologna per le Arti, Associazione culturale ALL WRITE e le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea associate a Confcommercio Ascom Bologna.

Saranno visitabili non solo le collezioni permanenti ma anche le esposizioni allestite per l’occasione: Marino Marini: l’arcaico al Museo Civico Archeologico e De Chirico e i libri alla Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio; le opere di Giorgio Morandi e la rassegna“faccia a faccia” di Mario Ceroli nelle sale del Mambo Museo d’Arte Moderna di Bologna; la mostra dell’artista olandese Bas Jan Ader. Tra due mondi, all’interno della Villa delle Rose; l’installazione di Hanne Darboven accompagnata da una performance musicale presso il Museo Internazionale, dove è allestita anche la mostra Rewind. 50 anni di Fender in Italia; la rassegna fotografica Shooting Frontier, a cura di Associazione culturale All Write, presso l’Urban Center – Salaborsa.

Ricca anche la programmazione di eventi artistici che si terranno nei palazzi storici: mostra fotografica di Nino Migliori a Palazzo Fava; Add Fire, evento espositivo della nona edizione del Premio Furla, nelle sale dell’ex Ospedale degli Innocenti; la mostra Benzine. Le energie della tua mente ospitata dal Palazzo Re Enzo. Notevole attenzione viene riservata anche alle rassegne cinematografiche: Fine Della Specie programma di spettacoli e performance a cura di ZAPRUDERfilmmakersgroup, Gerhard Richter Painting di Corinna Belz e l’Omaggio a Hermann Nitsch. Anche la logistica degli spostamenti e dell’organizzazione non saranno lasciate al caso: i visitatori potranno usufruire della navetta gratuita Art city bus, che collegherà il centro città con la fiera ed inoltre saranno disponibili cartine dettagliate in cui rintracciare tutti gli eventi in programma, le tappe e i luoghi da non perdere. Le mappe saranno distribuite nei punti di informazione turistica Bologna Welcome situati in Piazza Maggiore e presso l’Aeroporto Guglielmo Marconi, presso Arte Fiera e in tutti i luoghi e musei di ART CITY.

Sono solo alcune delle iniziative previste che non si arresteranno neanche sabato sera, il 26 gennaio, quando la città sarà protagonista dell’Art City white night, con aperture straordinarie di luoghi pubblici e privati dedicati all’arte. Un intero fine settimana riservato all’arte e alla cultura per tutti i cittadini di Bologna e per quanti accorreranno per non perdersi questa rassegna artistica tra le più significative nel panorama europeo.
Nel 2012 i visitatori sono aumentati del 10% arrivando a raggiungere quota 37.844, giunti nella città romagnola per visitare le 150 gallerie in esposizione, di cui 27 estere. Numeri di un successo, riscontrati anche sulle visite nei social network e sul web, dove nella passata edizione si sono registrati 150 mila contatti sul sito e 50 mila visualizzazioni al giorno sui canali Youtube e 3 milioni di contatti Facebook, Twitter e Foursquare. Da qui è nata l’idea di un concorso social, Twitta con Arte Fiera, attraverso il quale gli utenti potranno aggiudicarsi un entrata vip per la manifestazione . E per chi non è riuscito ad aggiudicarsi l’esclusivo pass attraverso il concorso, quest’anno ad accompagnarvi ad Arte Fiera ci pensiamo noi della redazione di Tafter: sono 30 i fortunati che, grazie al nostro contest su Facebook hanno conquistato i pass giornalieri per entrare gratuitamente alla fiera e venire a visitare anche noi della redazione al Padiglione 25, stand B79. Dal 24 al 28 gennaio vi aspettiamo numerosi all’appuntamento da non perdere sia per gli appassionati d’arte ma anche per quanti non vorranno mancare ad un evento esclusivo dedicato alla cultura.