Sta per partire l’edizione 2013 di Bit, la Borsa Internazionale del Turismo, in programma dal 14 al 17 Febbraio alla Fiera di Milano. Quasi 2000 espositori provenienti da 120 paesi di tutto il mondo, senza contare l’elevato numero di visitatori attesi. Queste cifre fanno di Bit il terreno ideale di confronto per i vari interlocutori del settore, istituzioni, agenzie di viaggio, operatori turistici, strutture ricettive e viaggiatori, sul tema del turismo accessibile.
Anche quest’anno, Bit dedicherà particolare attenzione al turismo sostenibile, declinato in questa edizione in termini di turismo responsabile e accessibile per tutti. Parlare di Turismo Accessibile, come sottolineato dal Comitato per la Promozione e il Sostegno del Turismo Accessibile, significa parlare di un turismo attento ai bisogni di tutti, ovvero in grado di soddisfare i bisogni di bambini, anziani, mamme che spingono i passeggini, persone con disabilità che si muovono lentamente, che non vedono, o non sentono, che hanno allergie o difficoltà di tipo alimentare. Dunque milioni persone alla ricerca di un’offerta turistica che sappia fornire allo stesso prezzo un’accoglienza di qualità, in località che siano a tutti accessibili, prive per quanto possibile di barriere architettoniche e percettive.
Stime di mercato quantificano in 38 milioni questi clienti in Europa e 3,5 milioni di clienti in Italia, cifre che aumentano se si considera che non si viaggia da soli.

Leggi l’articolo completo su Culture in Social Responsibility