Se c’è una città oggi in Europa a dimensione di giovane, in cui la vita a basso costo ha attirato tantissimi ragazzi da tutto il mondo alla ricerca di fortuna e fermento culturale questa è sicuramente Berlino. Capitale della Germania e degli under quaranta, con le sue gallerie, artisti di strada, spiriti liberi, cibo a basso costo nei mille chioschi di Currywurst e con i suoi locali sempre affollati, la città sembra divisa ancora oggi tra la zona ovest più tranquilla e altolocata, e la più underground zona est, in cui pullulano bar e discoteche molto ambite dall’atmosfera esilarante e distesa allo stesso tempo.

La capitale tedesca si sta affermando come meta sempre più richiesta sia per una semplice vacanza che per un soggiorno più duraturo, soprattutto grazie alle numerose possibilità lavorative e la quotidianità low cost, che rende queste vie accessibili anche per i tanti ragazzi appena usciti dalle università.

Se non riuscite a sopportare le rigide temperature invernali, l’estate è la stagione ideale per concedervi qualche giorno alla scoperta della metropoli più elettrizzante e vivace del momento.

 

La regola numero uno per affrontare una serata a Berlino è prepararsi alle lunghe code per entrare: nella maggior parte dei locali, infatti, potreste attendere anche due ore e non sempre l’essere arrivati sulla soglia assicura l’entrata all’interno. In genere la selezione all’ingresso è a discrezione del buttafuori, figura molto rispettata in città. Come succede al rinomato e famoso club Berghain, dove la lista per entrare non è prevista e pertanto l’unica soluzione è armarsi di pazienza e attendere fuori sino ad arrivare alla temuta selezione all’entrata. Su internet girano molti consigli sul comportamento da tenere durante l’attesa, perché sembra che il buttafuori tenga d’occhio gli aspiranti clienti e in base all’atteggiamento decida chi far entrare o meno.

 

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=FS_KiO0USLc&w=400&h=225]

 

Se non siete riusciti ad accedervi e avete ancora tempo per rimettervi in fila provate ad andare al Watergate, situato sulla sponda della Sprea. Dopo le 3 la serata non volge ancora al termine, ma la meta ideale, e ad un’ora così inoltrata, è sicuramente il Salon zur wilden Renate, situato tra Ostkreuz e Treptower Park, luogo in cui continuare ad ascoltare buona musica nelle piccole salette in stile anni’20.

L’atmosfera in città ben lontana da pregiudizi e critiche, è l’ideale anche per tutte le coppie omosessuali, che qui avranno l’imbarazzo della scelta su dove andare: locali molto frequentati sono il Roses bar a Kreuzberg e l’ Heile Welt a Schöneberg.

Se invece cercate una serata più tranquilla dove gustare un cocktail di qualità, locali più adatti sono il Booze a Friedrichshain e il Bar Lugosi a Kreuzberg.

Mangiare a Berlino è molto economico ma non immaginatevi ristoranti altolocati, perché il luogo migliore dove desinare è senza dubbio la strada, mentre siete in cammino verso la vostra destinazione: sono infiniti infatti i chioschi dove gustare la specialità berlinese, il Currywurst. Se invece preferite un ristorante più tradizionale, qui troverete da gustare specialità etniche di ogni tipo e a basso costo, dalla cucina sudanese nel ristorante in franchising NIL, alla tradizione asiatica di Miss Saigon vietnamita e il coreano Angry Chicken.

Se il tempo lo permette durante le giornate estive, invece, unitevi ai berlinesi per un barbecue nel parco di Tempelhof: potrete così provare un’autentica giornata in stile germanico, dal momento che i tedeschi sono degli appassionati delle grigliate in compagnia.