Chi visita Parigi non può perdersi il glorioso Museo del Louvre e perdersi nelle sue immense sale, o ammirare l’arte impressionista al Museo d’Orsay e a quello dell’Orangerie.

Nel vostro itinerario inserite anche il Museo Rodin, in Rue de Varenne, che oltre al pregevole palazzo, residenza dello scultore e di molti altri artisti, racchiude un meraviglioso giardino adorno delle opere di Auguste.

rodin

Nel giardino delle Tuileries, c’è la Galleria nazionale Jeau de Paume, dove in tempi napoleonici si giocava alla pallacorda, che ospita oggi una ricca collezione di arte contemporanea e di fotografie anche di archivio.

L’avanguardia la trovate al Centre Pompidou, in Rue Beaubourg, dalla struttura architettonica inconfondibile, che rappresenta un vero e proprio centro polifunzionale con biblioteca, un museo di arte moderna e uno di design.

pomppidou

Nel quartiere dei Marais, a ridosso della Senna, trovate invece la Maison Européenne de la Photographie: un edificio dotato di una corte moderna e di un giardino accogliente, dove vengono periodicamente organizzate mostre fotografiche. Dotata anche di biblioteca e videoteca, la Maison è una tappa irrinunciabile per ogni appassionato di fotografia.

maisondelaphoto

Anche la Fondazione Henry Cartier-Bresson a Montparnasse è un indirizzo da inserire nel vostro itinerario: nelle due sale dell’atelier sono conservati gli scatti più celebri di Bresson e di altri fotografi.

La città offre poi numerosi indirizzi dove trovare gallerie specializzate in fotografia: dalla Polka Galerie alla Kamel Mennour, dalla Galerie Vu alla Baudoin Lebon, dalla Galerie Agathe Gaillard all’Atelier Focus 5, fino ai café gallerie più variegati.

Sembra proprio che Parigi sia in posa, pronta a mostrare il meglio di sé a fotografi e aspiranti tali.