bieniek6Il progetto “Doublefaced” è nato per caso: il figlio di Sebastian Bieniek, un giorno come un altro, prima di recarsi a scuola, annoiato, andò dal padre e gli mostrò come i capelli sul suo volto gli facessero sembrare il viso spostato, doppio. Lo spirito artistico di Sebastian entrò subito in azione e, preso in mano un rossetto e una matita per occhi della compagna, disegnò sul viso del figlio un altro volto.

Ripensando la sera stessa a quel momento, Sebastian pensò di trasformare il banale evento di quella mattina in un progetto fotografico vasto, che in poco meno di un mese ha fatto il giro del mondo. Le donne sono diventate il soggetto della sua arte, donne con volti doppi, dipinti sul loro stesso viso: un occhio è vero l’altro è finto, i capelli, spostati di lato, incorniciano labbra disegnate con il rossetto e contorni dell’ovale finti, eppure incredibilmente reali. Sono l’incarnazione della doppia anima della donna contemporanea che, presa nella attività di ogni giorno – specchiarsi, bere un caffè, fare la doccia – nasconde in realtà mondi altri, diversi, sfaccettati, doppi.

Sebastian Bieniek è un artista di origini polacche, ma di formazione tedesca, operante a Berlino, che si sta imponendo nel panorama artistico contemporaneo con la forza delle sue opere semplici, irriverenti, divertenti, profonde. Senza snobismi o preconcetti di sorta.

Se volete conoscere di più sulla sua arte, potete visitarne il sito ufficiale o, se il tedesco non fa per voi, la pagina Facebook.